Presentazione Marche Liberate

Pubblicato Friday 4 April 2014

La Fondazione Carima presenta il sito www.marcheliberate.it.
Pubblicato il fondo archivistico dello storico Roger Absalom.

65.000 documenti inediti che ricostruiscono il passaggio degli Alleati nelle Marche da oggi sono consultabili liberamente on-line grazie all’ultimo progetto web della Fondazione Carima.
Digitando l’indirizzo www.marcheliberate.it è infatti possibile accedere all’omonimo fondo archivistico digitale dedicato a questo importante aspetto della storia locale.
Si tratta di un’interessante raccolta – costituita da documentazioni scritte, fotografie, video, articoli di giornale e registrazioni sonore – che rappresenta il risultato dell’attento lavoro di ricerca condotto dallo storico anglosassone Roger Absalom, noto in ambito internazionale per i suoi studi sulla seconda guerra mondiale.
La Fondazione Carima, preso atto della rilevanza di un materiale così vasto e denso di spunti, ha voluto finanziarne il riordino, la digitalizzazione e l’indicizzazione, per arrivare poi a maturare la decisione di renderlo disponibile su internet al fine di restituire alla comunità regionale e provinciale uno spaccato significativo del proprio passato, che si inserisce nel più ampio contesto nazionale della guerra di Liberazione.
L’indagine svolta dal professor Absalom, che nelle sue ricerche ha analizzato in modo approfondito il rapporto tra le popolazioni italiane e gli Alleati, costituisce una risorsa particolarmente preziosa, soprattutto per gli studiosi della materia, in quanto fornisce documenti utili per l’analisi scientifica del vissuto delle Marche in un momento congiunturale critico della loro storia.
Allo stesso tempo mette in evidenza come il ruolo svolto dagli Alleati nella fase di occupazione e nella successiva ricostruzione politica, economica e sociale della nostra regione abbia concorso alla formazione dell’identità marchigiana in generale e maceratese in particolare.
L’auspicio della Fondazione Carima, dunque, è che l’archivio “Marche Liberate” possa favorire una conoscenza sempre maggiore delle vicende storiche locali ed essere un utile strumento per quanti si approcceranno allo studio della presenza alleata nel territorio.

BIOGRAFIA
Lo storico inglese ROGER ABSALOM (1929-2009) fu ufficiale britannico durante la campagna d’Italia, esperienza che gli diede l’occasione di conoscere direttamente il periodo della Resistenza. Negli anni Cinquanta rimase a vivere nel nostro Paese, per poi rientrare in Inghilterra dove insegnò lingua, letteratura e storia italiana dal 1960 alla Anglia Polytechnic University di Cambridge e dal 1973 alla Sheffield Hallam University, presso la quale ricoprì anche il ruolo di direttore del dipartimento di Italian Studies. Portò sempre avanti nel tempo gli studi inerenti alla storia italiana, con particolare riferimento alla seconda guerra mondiale e alla ricostruzione postbellica, facendo spesso ritorno in Italia. Autore di diverse pubblicazioni su queste tematiche, fu consulente della Commissione Europea a Bruxelles e collaboratore della Uguccione Ranieri di Sorbello Foundation, per la quale curò alcuni volumi e la mostra fotografica “Chiaroscuri della Liberazione. Volti di donne e bambini, 1943-48”.